lunedì 9 luglio 2007

POST FISSO


Improvvisamente tutto sembra più vecchio.
Mentre rifletto sul senso della vita, il mobiletto del bagno dondola ad ogni refolo di vento, spaesato e zoppo.
Fuori di qui un tiepido sole estivo invita orde assassine di donne assetate di saldi ad uscire dalle proprie tane per entrare in una 40, piuttosto che nella solita 44.
Fantasie improponibili troneggiano nelle vetrine come pugni assestati nell'occhio inconsapevole del passante.
Le zanzare sonnecchiano in attesa dell'happy hour di stasera.
Un moscerino si spiaccica sul parabrezza della mia y.
E trattasi di kamikazee, perchè è una settimana che sta ferma sotto casa a veder piovere cacche di piccione dal cornicione.

Ma tutto questo non ha più importanza, perchè il post precario, non c'è più.
Ha chiuso le sue virgolette a questo mondo crudele.
Senza lasciare puntini di sospensione.
Addormentandosi placidamente nel font universale.
Il suo Sonno, oltre che Profondo, sarà permanente.

Lui era il mio Sud-ovest.
Amavo ogni sua virgola, ogni singolo a capo.
E non ho neanche un osso da dare al cane perchè la smetta di abbaiare.
Se è per questo non ho neanche un cane, ma mi piaceva dirlo.

Ora, dal fondo del mio dolore, assumo il ruolo del maieuta.
Mio compito primario sarà risolvere i veri problemi dell'umanità.

Ho già cominciato, citando Squitto in giudizio per l'affido esclusivo dei due orsi knut*.

Ma la mente sconfina con l'infinito, tingendosi di blu.
Un nuovo futuro si affaccia all'orizzonte, insieme al sol dell'avvenir.

Il nero ci salverà dalle fantasie anni settanta.
Ma andrà bene anche una qualsiasi altra tinta unita.

La filosofia diventerà il principio ordinatore dell'universo:
Leibnitz sotto il mobiletto del bagno
E la stronza sanguinaria che stanotte non mi ha fatto dormire, sotto l'opera omnia di Kant.
*Vedi commenti al post precedente.

42 commenti:

smoke ha detto...

Odio il blu, non so mai con cosa metterlo. beh sì, le t-shirt con i jeans, ok. Ma i pantaloni blu? e non parlarmi del bianco. Anni ed anni di camerierato attivo fanno si che non indossi mai nulla di bianco al di sopra della cinta. Così mi ritrovo ogni volta con i pantaloni indosso e la testa ficcata nell'armadio. So' problemi!

Cate ha detto...

Maglietta rossa.

Ora che ci penso potrei aprire una rubrica apposita di consulenze.
La chiamerò 'Tuttology'.

;)

smoke ha detto...

C'ho provato ieri sera. dmani provo con l'arancio, vediamo come va col complementare

Cate ha detto...

L'arancio va bene se sei già abbronzato.
Da evitare la combinazione con sopracciglia depilate e vistose catene d'oro.
:D

PiKky_p ha detto...

il mio colore jolly è il verdone... che da anche un po meno nell'occhio!

Cate ha detto...

Blu e Verdone, eh?
Io continuo a preferire il nero.
:)

tam ha detto...

Era ora. Ne avevo veramente bisogno. Ma tu più di me, ne avevi bisogno. Anzi, gli altri più di noi due. Insomma, ce n'era proprio bisogno. E qualcuno doveva avere il coraggio di dirlo. Finalmente. Brava. Continua cosi. Ma senza esagerare. E, soprattutto, non farti condizionare dai commenti.

Marcello ha detto...

Non sono molto d'accordo con quel che hai scritto alla fine del post, dopotutto la filosofia di Kant si pone come crocevia tra empirismo e razionalismo. Invece condivido il tuo giudizio ironico sull'opera omnia di Leibniz.

Cate ha detto...

@Tam:
Lo so che potrei essermi messa contro tante persone.
Ma grazie a te sento di avere la forza di andare avanti in questa battaglia di civiltà.
Grazie, davvero.
:)

@Marcello:
Non c'è storia.
La pesantezza di Kant non ha nulla a che vedere con lo spessore di Leibniz.
;)

squitto ha detto...

mi appello al quinto emendamento.
Parlerò solo in presenza del mio avvocato.

(PS: Geniale)

PiKky_p ha detto...

bhe no... col blu effettivamente no!
(...si lo so che adesso nn ci azzecca più nulla!)

Cate ha detto...

@squitto:
Il tuo avvocato è già nella mia lista paga, insieme ad un certo neurone erotomane di tua conoscenza.
Vincerò la causa, e ora sai anche perchè.
:P

@pikky_p:
Se è per questo, col blu sta una schifezza anche il nero.
;)

branzinoalsale ha detto...

mi spiace x il permanente, deve essere frustrante...


ps. purtroppo le foto fatte sono di ordine zero, assolutamente banali e di stampo familiare...

Tzugumi ha detto...

Sei del tutto schizzata :) menomale che ci sono i tuoi post a farmi sorridere e a pensare che non vale la pena prendersi troppo sul serio!

Alderaban ha detto...

Autodistruggerà appena possibile... inquietante.
Non cancellare ma distruggere.

Ora ci sono due modi per metterlo in pratica: per implosione o per esplosione dinamica.
La prima modalità presuppone la scomparsa del post dentro un punto ancora da definire, cosa che confermerebbe in maniera lampante l'esistenza dei buchi neri della blogosfera;
la seconda possibilità, prevede una liberazione improvvisa e immediata di energia incontrollata che potrebbe provocare un cataclisma sul web tale da determinare danni su scala mondiale.

Capisco le frustrazioni di essere un post-precario ma qui si esagera :D

Cate ha detto...

@branz:
Lo so, ma si sa che sono sempre i migliori post, quelli che se ne vanno.
Ce ne faremo una ragione.

In Italia non c'è nulla di più permanente del provvisorio.
Almeno, in questo spazio, il precario ad un certo punto si trasforma in fisso.
;)


@Tzugumi:
Ma io sono serissima.
Certe cose vanno dette e ribadite.
Più e più volte.
;)

@Aldebaran:
Il post precario è stato imprigionato in una finestra spaziotemporale insieme ai cattivi di Superman.
La web cam all'interno invia direttamente il suo fermo immagine sul nuovo post.
:)

Greenwich ha detto...

avanguardismo allo stato puro, clap clap clap.

;)

Cate ha detto...

Il primo post applaudito ancora prima di essere pubblicato.

Più o meno come la nuova cinquecento.
;)

squitto ha detto...

e poi dici che col futurismo non ci vuoi avere a che fare, HA!

ps: il neurone non ha retto alla disintossicazione forzata. E' schiattato. Ora che faccio?

Blurp

Tzugumi ha detto...

...se stampo il tuo mantra e lo metto vicino al mio computer...dici che il capo si offende???? :P

Cate ha detto...

@Squitto:
Questo è fancazzismo, prego: la filosofia new age per eccellenza.

Trovami un altro testimone della tua infermità mentale e comincia a scrivere libri di successo per adolescenti.
:)

@Tzugumi:
Probabilmente non sa leggere, quindi non dovresti rischiare nulla.
Ad ogni buon conto, suggerisco di sostituire 'CAPO' con 'CANE'.
Più o meno il senso è lo stesso.
;)

squitto ha detto...

Non so cosa tu dovessi fare questa mattina, ma non è stato privo di conseguenze.
Si comincia così, e si finisce su un panchettino a Central Park.
Pensaci finché sei in tempo.
(E comunque, finché sei in questo stato, l'affidamento dei twin knuts te lo sogni).

Anonimo ha detto...

Mi permetto di dire che l'etichetta "vaneggiamenti" ben si addice a questo post, comunque divertente anche se vaneggiante.Maryanna

Cate ha detto...

@Squitto:
Avrei proprio voglia di un bel viaggio in una capitale straniera.
Porto volentieri gli orsacchi, se mi concedi almeno l'affido congiunto.
A Central park, con una chitarra e il loro aiuto, potrei tirare sù una bella colletta.
;)

@Maryanna:
Per ragionamenti sensati, prego, rivolgersi all'etichetta "fight".
E anche in questo caso, la sensatezza è tutta da dimostrare.
:)

squitto ha detto...

Niente affidamento congiunto.
Vorresti che accondiscendessi al loro trasporto in aereo, nella stiva, come pacchetti, e poi passati al setaccio al metal detector del JFK, al controllo antiterrorismo, ai cagnacci antidroga e: ORRORE! al vaglio dell'Immigration and Naturalization Service dove dovrebbero di loro pugno firmare foglietti verdi e garantire di essere in grado di provvedere alla propria sussistenza (perchè tu di certo con la chitarra non potresti) fino alla scadenza del visto??
Giammai!!
Gli orsetti sono miei!

Cate ha detto...

Si.
Si.
E ancora si.

Allora li rapisco.
:P

squitto ha detto...

dovrai passare sul mio cadavere!
attenta! i miei gatti sono addestrati all'attacco!
e sono svegli anche quando dormono.

Cioè
Forse

Alessandro ha detto...

Come si risolvono i veri problemi dell'umanità? Quali sono?

Ziby ha detto...

"Un moscerino si spiaccica sul parabrezza della mia y".

Mi hai ricordato che ieri ho visto parcheggiata una Y10 con dietro un cartello.
Non diceva "Euro4" (né mai avrebbe potuto dirlo).
Diceva "Lire5".
Grandioso.

Per il resto, concordo con Liebig, va bè, Leibniz, come si chiama, sotto il mobiletto del bagno.
Anche se un dubbio filosofico attanaglia la mia mente.
Ma se la connotazione della precarietà è, giustappunto, esser precaria, allora la precarietà stessa è destinata per definizione a finir presto e trasformarsi in fissità?

Che mal di testa.

Cate ha detto...

@Squitto:
Li corromperò con le scatolette.
:P

@Alessandro:
A occhio e croce direi che si riconducono tutti al pagamento di un mutuo.
E non si risolvono con la calcolatrice.
;)

@Ziby:
Se la lire5 consuma in proporzione al cartello, sono disposta a barattarla con la mia lancia y.

Infatti, nel mondo reale, il post fisso non sarebbe mai stato scritto.
;)

Tzugumi ha detto...

Ossignur...mi gira la testa...

Cate ha detto...

Non è colpa mia...
Ho solo risposto ai vostri commenti.
A quanto pare il risultato è un stato un post moderno spinto, sconvolgente a tratti allucinante.

Tutta colpa del caldo.
;)

squitto ha detto...

beh, c'è sempre la scusa del dadaismo.
C'è gente che ci fa un sacco di soldi, sai?

(Hai presente il manifesto del dadaismo, quello di Tzara? Ecco, quello)

branz ha detto...

sai che non ci ho capito nulla, ma proprio nulla...

però un sorriso te lo lascio lo stesso. e anche il mio augurio di buon weekend !

Uma ha detto...

:-" ... Ma quale mobiletto del bagno? Non abbiamo mobiletti nel bagno...

Cate ha detto...

@Squitto:
Io sto ancora più avanti del dadaismo...
O forse, semplicemente, stavo sragionando perchè non dormivo da due giorni.
:D

@Branz:
Il post precario è stato sostituito da quello fisso.
Il post fisso risponde ai commenti del precario.
Ma forse hai ragione tu...
ho fatto solo un gran pasticcio, e non ci si capisce nulla!
:(

@Uma:
Licenza poetica.
;P

squitto ha detto...

senti un po'.
Com'è che, rileggendo il post (fisso) adesso, mi pare di intravedervi un livello superiore di lettura?
Come una sorta di messaggio tra le righe, una specie di afflato simbolista, un senso di déjà vu, come se sapessi di cosa stai parlando ma senza riuscire a farlo giungere a livello conscio?
Il nero, il blu, il sol dell'avvenire... e ancora un sacco di altri indizi che, una volta che siano sapientemente rimescolati e risistemati sono certa esprimeranno quel messaggio che, per ora, solo mi appare e non mi appare intuire...
Per adesso solo questo posso dirti: sono certa che esso ha un significato profondo. Il tuo messaggio non andrà perduto.
Sto dicendo sul serio, sono serissima.

Marcello ha detto...

Lo vedi? Te lo dicevo, i libri di filosofia a qualcosa dovranno pur servire! ;)

Cate ha detto...

@Squitto:
Hai ragione.
Mi hai convinto.
Corro ad affittare la trilogia dei colori di kieslowsky.
;)

@Marcello:
E dovresti vedere cosa ho fatto con l'ultimo libro di Vespa...
:O

squitto ha detto...

Ti avverto:
l'ho riletto ancora e... ahimé, ha un che di proclama nazista.
Non so perché...
Vedi di rimediare, neh

:-pp

squitto ha detto...

Ma la mente sconfina con l'infinito, tingendosi di blu.
Un nuovo futuro si affaccia all'orizzonte, insieme al sol dell'avvenir.

Il nero ci salverà dalle fantasie anni settanta.
Ma andrà bene anche una qualsiasi altra tinta unita.


La filosofia diventerà il principio ordinatore dell'universo:
Leibnitz sotto il mobiletto del bagno
E la stronza sanguinaria che stanotte non mi ha fatto dormire, sotto l'opera omnia di Kant.


Ora, immaginatelo tradotto in tedesco e declamato a Norimberga nel 1939...
:-//

Scherzo, suvvia. Scherzo

Cate ha detto...

Tu ezzere pimpa molto kattiven...
Io sculacciaren te ze ti azzarti a scoprire miei projecten di zterminio und dominationem.

Peccato che sembro più il Papa Ratzy che non un uffizialen delle Shutz Staffen.
:O