martedì 2 ottobre 2007

UNA DONNA

Strinse i denti a negare
singhiozzi d’orgoglio insultato.


La caviglia fasciata di pelle,
sfidò il marciapiede.

Quattro passi più avanti di lui
che parlava a se stesso
un film muto stringeva d’assedio
i suoi boccoli sciolti.

“T’accompagno alla porta”
le disse cercando conferma.

Era già per le scale


un respiro
di vaga tristezza
disarmata ed avvinta
in un nero caftano di lana.


“Un buon cuore non basta”
le dissero i muri dipinti
“i gioielli, le labbra,
i tuoi occhi di vetro intagliato
sono armi volgari,
conquistano pallidamente.”


Sulla porta già chiusa
sostò per un attimo intero
quasi a chiedere all’anima
un velo,
un mistero visibile
più elegante dell’ombra
che aveva esiliato sul fondo.

33 commenti:

kabalino ha detto...

Oh, mamma...sono il primo....terrore del primo commento...Cate, sta poesia é splendida...elegante, e non perde mai il suo equilibrio...che poi il baricentro é il segreto di tutto...
Il cartoncino qua sopra fa molto compagnia delle Indie...mica sarai la Signora di Shangai?

kabalino ha detto...

Sento la mancanza dei trolls...che io con lo zainetto-aspirapolvere di trollbusters sentivo gli occhi delle donne addosso....così niente...

Baol ha detto...

Scusate, chiedo scusa a tutti per aver cacciato i troll...


:D


Naturalmente scherzo, infatti sulla poesia, la penso come kabalino :)

branzino ha detto...

qui il cielo è sempre più blu...

Gelatoallimon ha detto...

I taluni casi é consigliata la visita alla gelateria e/o pasticceria di fiducia e la scelta di gusti stravaganti.

digito ergo sum ha detto...

Bella, con la giusta mancanza di assenza di equilibrio (!). Lenta, quasi si muove a scatti. Bella. Cambia pusher. Scherzo.

Gigi Cogo ha detto...

Come faccio a non scrivere una banalità?

Eppure mi piace anche se non ho capito se l'angoscia mi è venuta per Lui o per Lei!

Forse è perchè cerco di immedisimarmi. Non devo farlo vero?

bill ha detto...

cate, la poesia è splendida, mi ha fatto emozionare, (anche se in questo periodo mi viene facile).
bellissima...
non ho parole

giudaballerino ha detto...

oscilla misterioso il lampadario,
ma questo è secondario
e dopo tutto è anche normale…

non so perchè ma m'è venuto da citare sta canzone, penso per affinità emotiva a quello che hai scritto ;)
Complimenti per la poesia!

Cate ha detto...

@kabalino:
Pubblicizzo la compagnia delle indie: cosa non si fa per il bagnoschiuma aggratis...

Grazie del complimento.

Baricentro mi hanno detto che è un'africa, all'ora di punta.

Però ora tutti sanno che fai coppia fissa con @baol.
Sicuro che le occhiate non fossero di disapprovazione?
;)

@baol:
Fai sempre in tempo a liberarli...
L'indulto è ancora valido?
Non lo dire @kabalino,
ma quel ragazzo mi ha fatto arrossire più di una volta.
;)

@branzino:
na-na-na-na-naaa!
:)

@gelatoallimon:
Vanno bene anche quelli tradizionali!
:)

@digito ergo sum:
Non sono squilibrata!
:P

@gigi cogo:
In effetti l'incomunicabilità è il male di questo secolo.
Fai bene ad angosciarti.

Lui era un amico cui non fui in grado di confessare, quella sera di tanti anni fa, temendo fraintendimenti, che la ragazza che io gli avevo presentato e di cui lui tesseva le lodi di santa, lo stava manovrando come un pupazzo.

Umiliandolo alle spalle in mezzo ad altri amici.

Ora che lui non c'è più,
sono contenta di aver scelto, in seguito, di stare dalla sua parte,
e di dirgli tutto.

@bill:
Grazie,
lo so che sei una persona sensibile.
A volte la vita va di minchia.
Punto e basta.
L'importante è saper voltare pagina.
Un bacio.
:-*

Cate ha detto...

@giudaballerino:
Grassie,
Però, se il lampadario oscilla, come minimo è la vicina di sopra che sposta i mobili!
;)

Lupo Sordo ha detto...

Pur non capendo niente di poesia, questa la ritengo molto bella. Complimenti :)

Baol ha detto...

Cate, non erano occhiate di disapprovazione :D


@ kabalino: ma hai un sacco di successo con le donne!!!

kabalino ha detto...

"Baricentro mi hanno detto che è un'africa, all'ora di punta."
La sto esaminando da un pò...e ci sono quasi...mi manca poco e l'ho capita...

Beh, sì, io e baol facciamo coppia fissa ma per il bene dell'umanità...che siamo una coppia professionale noi, io guardo le spalle a lui e viceversa...che di troll ce ne sono in ogni dove...

Gli zainetti piacciono sempre alle donne...e quindi credo che piaccia anche quello aspirapolvere...credo...

Cate se ti faccio arrossire di imbarazzo me lo devi dire che così sarò più cauto...che, purtroppo ogni tanto mi partono le parolacce e di sicuro una ragazza pulita come te le parolacce non le vuole né dire né sentire (tranne una volta che hai detto ca§§o)

@baol: ah, sì? ho un sacco di successo con le donne?

Tzugumi ha detto...

Wowwww ma è bellissimo il nuovo template :) e splendida anche la poesia....complimenti :)

Gigi Cogo ha detto...

Grazie per aver svelato.
E' ancora più bella, adesso.

Cate ha detto...

@lupo sordo:
Il bello delle poesie è che parlano a qualcosa in noi che non ha nulla a che vedere con una ipotetica competenza.
Grazie.
:)

@baol:
Allora avete trovato il segreto del successo,cari troll-busters!

E' che il Kaba è un adulatore.
Alle ragazze piacciono i complimenti.
;)

@Kabalino:
Chiedilo @baol, che è di Bari.

Gli zainetti non sono il massimo dell'erotismo... Si vede che piacciono perché fanno tanto liceale. Leggi "carne fresca".

A me piace arrossire, ca§§o!
Non toglietemi anche questo.
:-P

@tzugumi:
Sono passati i folletti a cambiarmelo.
;)

@gigicogo:
Sono contenta.
:-)

squitto ha detto...

Posso dirti cosa penso?
E' bella, quasi una foto nella nebbia.
Ma il capolavoro sta qua:

Sulla porta già chiusa
sostò per un attimo intero
quasi a chiedere all’anima
un velo,
un mistero visibile
più elegante dell’ombra
che aveva esiliato sul fondo.


Secondo me, qua c'è già tutto.
;-)

kabalino ha detto...

Ecco, adesso mi si fa passare per ruffiano adulatore...che se c'é una cosa che non sono é il ruffiano adulatore...e qui é tardissimo e comunque mi son sentito in dovere di difenfere la mia persona...che poi c'ho yellow moon nelle cuffiette e quindi non sono cattivo come dovrei essere.
E se ti dico che sei una blogstar o robe così é perché scrivi cose che a me lasciano più di qualcosa...ma da adesso in avanti, chiuso. Che il rossore te lo vai a procurare da qualcun altro, che io per mercante di rossori non ci voglio passare.

kabalino ha detto...

ecco, ho fatto lo sfogo e poi ho letto che ti piace arrossire...allora adesso mi faccio un complimentario di parole bellissime, e poi ogni tanto, a caso, te le propino...e il rossore é garantito...ma di quei complimenti proprio bellissimi che facevano gli attori americani, tipo clarck gable, alle donne nei film degli anni40...che poi la donna ci restava secca...

Cate ha detto...

@squitto:
E' lo sconforto.
Lo penso anch'io.
;)

@kabalino:
Sei l'unico uomo che conosco che potrebbe dire:
"Lasciami stare, che ho le mie cose"...
E io potrei crederci.

Col primo commento ho temuto davvero il peggio.

Ora spero solo di non rimanerci secca, ché sta baracca qualcuno la deve pur portare avanti.
;D

kabalino ha detto...

cate, mi hai detto una cosa bellissima...che io son diventato rosso come un pomodoro, dalla testa ai piedi; che non c'é cosa più bella che dire a uno che é un gran mentitore e che alle sue frottole non si resiste
(no, che poi adesso me la rileggo...che secondo me la cosa carina me l'hai detta davvero; e ci manca solo che molli tutta la baracca, oh! ;D)

distratto ha detto...

oooooops! scusate, ho sbagliato blog

Baol ha detto...

Concordo con kabalino cate, gli hai detto una cosa bellissima.

@ kabalino: secondo me, se non un blog in due, un post in due potremmo farlo, del tipo "I trollbusters"...quasi quasi, appena torno da Roma settimana prossima, ci pensiamo, che ne dici? ;)

Marcello ha detto...

La poesia è davvero molto bella e rivela una parte di te che forse per pudore o chissà perché ami tenere un po' in ombra, nascosta. C'è la Cate ironica e scherzosa e quella più pensierosa e malinconica. Quest'ultima scrive anche dei bei versi, sinceri.

smoke ha detto...

:-(

kabalino ha detto...

#baol: sì, mi ha detto una cosa che ancora non ci credo (e adesso me la copincollo da qualche parte che poi magari ci ripensa)
il blog insieme é dura, perché qui ormai scrivo solo commenti e zero post...che tutto il tempo libero mi va nel blog...ma il post lo si può fare davvero...poi ci pensiamo, che può venir fuori una roba carina ;D

Cate ha detto...

@kabalino:
Davvero ti sei impomodorato?
:-O

@vario:
Sono io, più topolino che mai.
;-)

@baol:
Sai che riflettendo non riesco a capire cosa?
I trollbusters in azione non me li voglio perdere.
:-)

@marcello:
E' che temo di tediare i miei fans...
;-)

@smoke:
Non sono più triste.
:-)

@kabalino:
Questo blog non è la segreteria telefonica di @baol...
Ma se parli dopo il bip, potresti ricevere offerte di lavoro interessanti per il Burkina Faso.
:-P

smoke ha detto...

La tua poesia costringe all'immedesimazione. Che costringe a ricordare. Indi per cui faccina triste. E non è affatto una brutta cosa.
Mi fa piacere che la tristezza sia passata! (happy shallallalla!!!!!) :-)

Tzugumi ha detto...

Diario tragicomico di un futuro architetto disoccupato...l'ho letto ora...eddai non essere così pessimista! Guarda me ;)))

Baol ha detto...

Ma il Burkina FAso è parente al bassista degli "Elio e le storie tese"?

Chissà se un giorno vedrai un post dei trollbusters.

kabalino ha detto...

Mi sono impomodorato da far schifo...che io te lo dico, poi fai te...io e baol vestiti da trollbusters siamo belli belli ma in modo assurdo...io te l'ho detto, poi fai te...
io credevo che il tuo blog fosse anche fax-segreteria...allora ti chiedo scusa (infatti avevo provato a spedire un fax...ma niente)
nel burkina-faso c'é la piadina?

Cate ha detto...

@smoke:
So nice to be happy!
;-)

@tzugumi:
Acc...
La scritta c'è sempre stata, architè!
:-O

@baol:
E chi chiamerò?!
;-D

@kabalino:
Ti chiamerò Pachino, d'ora in poi.
Immagino che figurini.
Questo messaggio si autoditruggerà,
prima o poi.
La piadina in burkina faso la fanno sbagliata come i Negroni di Johnny Durelli.
;-)