giovedì 4 ottobre 2007

PERCHE' CI VUOLE ORECCHIO

Anzi parecchio.
E io non ce l'ho.
Quando dormo, almeno.

Stanotte alle cinque, la mia nuova compagna di casa è rimasta chiusa fuori dalla stamberga.
Sul pianerottolo.

Praticamente un imbarazzo pari solo a quello che provo
nell'incubo ricorrente in cui discuto la tesi in mutande.


Perchè il palazzo pende e la porta si chiude da sola.

Ovviamente, si è attaccata al campanello.

Se ci fossi stata solo io avrebbe potuto suonare anche le trombe dell'apocalisse, senza peraltro riuscire a schiodarmi dal cuscino.

Come quella volta che si incendiò un'ala dello stabile,
e Uma, venendomi a chiamare,
si sentì rispodere che non le credevo e
che era solo un pessimo trucco
per estirparmi dalle amate lenzuola.



Mi svegliai appena in tempo per vedere un vecciasino mezzo abbrustolito, portato fuori a braccia dai pompieri con tutta la poltrona.

Col telecomando ancora in mano.

Che lui voleva solo vedere Uno mattina.

Niente da stupirsi quindi,
che sia stata proprio Uma a soccorrere la malcapitata nottambula.

K-pax il mattino dopo ha riferito
di aver sentito le voci.

Io le voci le sento per i fatti miei...
Ma stavolta proprio nulla.

Un giorno,
magari dopo un terremoto,
leggerete il mio nome sul giornale.

Quel giorno ricordatevi di questo post.

25 commenti:

andrea ha detto...

oddio, il palazzo pende? vivi a Pisa? ;)

strolippo ha detto...

Spettacolo. Voglio quell'aggeggio.

Lupo Sordo ha detto...

Avevo il mio ex coinquilino che lavorava di notte. Più di una volta ha dimenticato le chiave e più di una volta non mi sono svegliato ai suoi ripetuti scampanellii...
E senza contare quelle volte che il terremoto mi ha beccato di notte (sono nato e cresciuto in una zona altamente sismica)... Mi ha sempre svegliata mia madre in preda al panico...

tam ha detto...

sì, sì, è una bella storia...ma io veramente volevo sapere cosa ci faceva la coinquilina di notte mezza nuda sul pianerottolo.
e, soprattutto, perché la porta pende?
sono in fase Domande Esistenziali Avanzate (a chi? non lo so)

signor ponza ha detto...

Io sono sordo come una campana. Speriamo che il terremoto non ci colga.

Scuola di ladri ha detto...

esiste un simulatore d'inferno? credevo che le mie scoregge in ascensore fossero quel che più si avvicinava agli inferi...ma a quanto pare..

bill ha detto...

beh...meno male che almeno Uma l'ha sentita, se fosse rimasta fuori sul pianerottolo cosa avrebbero pensato i vicini?
...e non se n'era accorta delle porte che si chiudono da sole, o credeva fossero i fantasmi?
Pensandoci poi in effetti... ma che ci faceva alle cinque in mutande sul pianerottolo?
...mah

Tzugumi ha detto...

Come sarebbe che il palazzo pende? sarà mica uno di quei fantastici caseggiati di Viale D'Annunzio??? No, non può essere, quelli li demolirono tempo fa....

alicesu ha detto...

spettacolare :-))))

ma la tua vicina portare le chiavi no??

kabalino ha detto...

che a me il vecchiarello portato sulla poltrona col telecomando in mano che chiede solo di vedere la sua uno mattina mi sta facendo ridere da dieci minuti...
che poi chi é che non sente le voci per i fatti suoi....perché le sentite anche voi, vero?...oh! le sentite anche voi giusto?...eh?...chi ha parlato?

e comunque sto perché ci vuole orecchio a me fa venire alla mente jannacci che quando penso a silvano e a quello che canta onliù...io dico...ma che uomo sto jannacci...

Amaga ha detto...

Queste cose non dovrebbero mai succedere di notte! Io ho il sonno leggero.. ma l'avrei lasciata comunque in mutande sul pianerottolo, almeno fino alle 8.

branzino ha detto...

buon weekend a Te
un sorriso x Te

gattarandagia ha detto...

se una esce in mutande, sapendo che abita nella torredipisa, SENZA le chiavi, si merita di rimanere fuori!

e che diamine, mica c' abbiamo la servitù!
(io mi sveglio ad ogni sospiro di gatto ...)

Cate ha detto...

@andrea:
No, è la sabbia che sprofonda sotto i palazzi in questa zona di pescara.
;-)

@strolippo:
Catalogo GBC.
Ma l'inferno può attendere.
:-)

@lupo sordo:
Sappiamo come farci amare, noi due.
;)

@tam:
Era uscita un attimo ad aspettare la sorella che stava salendo in ascensore.
Che poi, almeno lei, non era mica in mutande!
Per la porta vedi sopra.
Lo so che sono il tuo personal guru.
;-P

@signor Ponza:
Amen.
:-)

@sdl:
Quelle sono tutto fumo e niente arrosto, a meno che non si abbia un accendino a portata di mano.
;-)

@bill:
Rifletteva sull'universo.
;-)

@Tzugumi:
Hai vinto una bambolina wodoo.
:-O

@alicesu:
Ma la porta, a rimanere aperta, no?
;-)

@kabalino:
Basta con quella polverina!
Sembra talco...
Ma non lo è.
Che poi quella di jannacci era proprio una citazione.
;-D

@amaga:
Com'è umana lei!
:-O

@branzino:
Mi fai sempre scompisciare!
;-)

@gattarandagia:
Sarai mica un generale SS in congedo?
:-O

Marcello ha detto...

Non so se sia peggio a) discutere la tesi in mutande b) vivere nella Torre di Pisa c) sentire le voci.

penso che l'ipotesi a) darebbe una sterzata divertentissima alle discussioni di tesi ;)

Alessandro ha detto...

Dopo un terremoto leggerò di categong?

Cate ha detto...

@marcello:
Bisognerebbe provare tutte e tre le cose almeno una volta nella vita.
Che poi potresti anche prenderci gusto...
E in più le i professori avrebbero un numero maggiore di argomentazioni da prendere in considerazione.
;D

@alessandro:
Meglio tardi che mai!
;)

digito ergo sum ha detto...

Fischia! Questo sì che si chiama sonno pesante. Poi, col palazzo che pende, c'è da restare rinchiusi nel frigorigero. Chissà con gli armadi, come fate?

Tengi ha detto...

accidenti...
beh, in bocca al lupo per le prossime catastrofi...

Alessandro ha detto...

Io continuo a leggere il blog e del terremoto ne facciamo a meno. :-)

Marcello ha detto...

Penso proprio di si... :D

Cate ha detto...

@digito ergo sum:
Li leghiamo coi ganci per tenerli aperti.
In compenso le gare di biglie vengono piuttosto bene.
;-)

@tengi:
La prossima catastrofe finirà su educational channell, promesso.
;)

@alessandro:
Ecco.
Appunto.
Grazie.
:D

@marcello:
Il tuo è un parere interessato.
:P

Gatto Silver ha detto...

Scommetto che casa tua l'ha progettata Stamberg...

thelondoner ha detto...

Ti giuro, la scena dell'incendio me la sono figurata in mente con "Disco inferno" come soundtrack...
Comunque capisco il "vecciasino": anche io stimo molto Giurato dal punto di vista professionale.

Cate ha detto...

@gatto silver:
No, e per fortuna: io il verde acido non lo digerisco.
;D

@thelondoner:
Infatti fuori c'era un pr che distribuiva gli inviti!
;)