giovedì 9 agosto 2007

NORVEGIAN FOOD

Abbiamo amici norvegesi.
Gli amici norvegesi hanno uno zio d'America e genitori ancora più norvegesi.
Noi, in compenso, siamo un po' terroni.

Ne consegue che si parla tutti insieme un inglese raccapricciante, più simile all'esperanto, che alla nobile lingua di Shakespeare.

Stasera li abbiamo incontrati per caso dopo cena.

Lo zio d'America, davanti al menù, aveva temuto il peggio.

"Why anti-pasta?" Ha poi chiesto a K-Pax.

Per spiegare il suo dubbio, ha fatto l'esempio, in spagnolo, di materia e antimateria.

Praticamente il piatto di pasta che esplode.

Lo ha anche mimato con le mani.

BUM!

Alla fine K-pax ha fatto di no col ditino.

"No anti-pasta: antipasto."

5 commenti:

ombrello ha detto...

flambé?

tam ha detto...

E meno male!
Io con l'anti-pasta non so mai come comportarmi, specialmente al ristorante. Mi resta sempre il dubbio: poi a chi tocca pulire?


(la città incantata è da ora sulla lista dei miei desiderata, grazie cate :)

Cate ha detto...

@d.:
Di questi tempi,con tutti gli stronzi piromani che ci sono in giro, non è politically correct.
:)

@tam:
Chi rompe paga, e i cocci sono suoi... Su chi debba poi pulire, le interpretazioni sono contrastanti.
;)

Makmad83 ha detto...

però io, un bel piatto di pasta che esplode me lo mangerei volentieri ... sarebbe insolito e divertente! Una valida alternativa alle solite penne all'arrabbiata.
il mio template è tutto merito di milshake84 io non ci capisco molto però la prima cosa che le ho detto è stata: trucida quella scritta accanto alla freccina!
(che fatica pubblicare un commento qui...)

Cate ha detto...

Anche l'occhio vuole la sua parte... E la giacca... E persino la cravatta.
La ragazza è proprio in gamba.
Quando si dice sodalizio artistico!
:)